Seguici su

Sezioni

Bonus acqua

Dal 1° gennaio 2021 i bonus sociali per disagio economico (gas, energia elettrica ed acqua) sono riconosciuti automaticamente ai cittadini/nuclei familiari che ne hanno diritto e basta essere in possesso di un'attestazione ISEE valida per ciascun anno e che rientri nei parametri previsti dalla normativa.
Pertanto NON è più necessario presentare domanda per ottenere i bonus per disagio economico presso lo Sportello Sociale Territoriale del Comune di residenza.

DESCRIZIONE

Riduzione sulla bolletta dell'acqua destinata a famiglie con disagio economico, a famiglie numerose (da intendersi con 4 o più figli a carico) per un periodo di 12 mesi a decorrere dalla data di inizio agevolazione, rinnovabile entro la scadenza dell’agevolazione stessa, riconosciuto da Arera (Autorità nazionale di Regolazione per energia Reti e ambiente) ed ulteriore riduzione sulla bolletta, se soggetta anche al pagamento dei servizi di fognatura e depurazione, riconosciuta da Atersir (Agenzia Territoriale dell’Emilia-Romagna per i Servizi Idrici e Rifiuti), sempre per un periodo di 12 mesi e rinnovabile entro la scadenza.

REQUISITI

- essere residenti nel Comune di Russi
- essere utenti domestici con un contratto di fornitura dell'acqua, relativo all'abitazione di residenza, diretto o condominiale
- possedere, per il disagio economico, un'attestazione ISEE ordinario o corrente con valore non superiore a € 8.265 (dal 1° gennaio 2020)
- possedere, per le famiglie numerose, un'attestazione ISEE ordinario o corrente con valore non superiore a € 20.000

Se si è già beneficiari del RdC/PdC (Reddito o Pensione di Cittadinanza), l'attestazione ISEE ordinario o corrente può essere superiore a € 8.265 ma non superare il valore di € 9.360 (limite previsto per l'accesso al RdC/PdC).

COME VIENE RICONOSCIUTO IL BONUS

Il bonus acqua, così come il bonus elettrico per disagio economico ed il bonus gas, è riconosciuto automaticamente in base al valore dell'attestazione ISEE e scontato direttamente in bolletta.
Non è quindi più necessario presentare apposita domanda allo Sportello Sociale Sociale Territoriale del Comune di residenza.

ALTRE INFORMAZIONI

Il bonus acqua nazionale garantisce la fornitura gratuita di 18,25 metri cubi di acqua su base annua (pari a 50 litri/abitante/giorno) per ogni componente della famiglia anagrafica dell’utente. Tale quantità è stata individuata dal decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 13 ottobre 2016 come quella minima necessaria per assicurare il soddisfacimento dei bisogni fondamentali della persona. Il bonus garantirà, ad esempio, ad una famiglia di 4 persone di non dover pagare 73 metri cubi di acqua all’anno.

In questa prima fase di attuazione, il bonus acqua integrativo locale è aggiuntivo a quello minimo previsto dalla regolazione nazionale quantificato in misura pari a 18,25 mc annui per ogni componente il nucleo moltiplicati per il 50% della tariffa di fognatura e 18,25 mc annui per ogni componente il nucleo moltiplicati per il 50% della tariffa di depurazione a prescindere dal consumo effettivamente fatturato dal gestore.

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/04/13 11:15:00 GMT+2 ultima modifica 2022-04-13T11:28:28+02:00

Segnalazioni