Seguici su

Sezioni

Canone unico partimoniale - Occupazione di spazi e aree pubbliche

Il canone unico patrimoniale, istituito nella seduta consiliare n. 5 del 07 gennaio 2021 a norma dell’art. 1 commi da 816 a 847 della legge 160/2019, dal 1° gennaio 2021 sostituisce:

  • il Canone per l’Occupazione di Spazi e Aree Pubbliche (COSAP);
  • l’Imposta Comunale sulla Pubblicità (ICP).

Il versamento dell’importo dovuto entro il 30 novembre 2021 potrà essere pagato nelle seguenti modalità del sistema PagoPA:

  • accedendo al portale per il cittadino raggiungibile tramite il sito istituzionale dell'Ente https://portale-russi.entranext.it accedendo all'apposita sezione Pagamenti/Pagamenti da codice avviso, inserendo il codice avviso di 18 cifre nell’apposita sezione, scegliendo tra gli strumenti di pagamento disponibili: carta di credito, carta prepagata o addebito diretto sul Conto Corrente;

  • disponibile presso tabaccherie e istituti bancari accreditati utilizzando l’avviso di pagamento allegato. L'elenco dei punti abilitati a ricevere pagamenti tramite PagoPA è disponibile alla pagina https://www.pagopa.gov.it/it/dove-pagare/;

  • disponibile presso qualunque Ufficio Postale utilizzando l’avviso di pagamento allegato;

Di seguito un esempio del bollettino PagoPa che verrà recapitato nei prossimi giorni per il pagamento del passo carrabile. 

H642E_IDUTENTE_757_page-0001.jpg

Le occupazioni sono permanenti o temporanee:

a) sono permanenti le occupazioni di carattere stabile, che prevedono l’utilizzazione continuativa, aventi durata uguale o superiore all’anno, che comportino o meno l’esistenza di manufatti o impianti;

b) sono temporanee le occupazioni, anche se continuative, di durata inferiore all’anno.

In entrambi i casi deve essere presentata una richiesta di autorizzazione agli uffici comunali competenti per materia. Il canone dovrà, pertanto, essere pagato dal titolare della concessione dello spazio od area pubblica o dall'occupante di fatto ma anche, in mancanza del provvedimento amministrativo, dall'occupante abusivo.

Dichiarazione

Per le occupazioni permanenti, il primo anno, sussiste anche l'obbligo dichiarativo in capo al contribuente. Per gli anni successivi, invece, l'obbligo dichiarativo sussisterà solo se sono intervenute variazioni che hanno determinato un maggiore o minore ammontare del canone. Un caso frequente è l'acquisto o la vendita di un immobile con passo carraio per il quale andrà presentato all'ufficio tributi il modulo di cessazione/volturazione.

Calcolo

Il canone è calcolato in base alla superficie effettivamente occupata, espressa in metri quadrati o lineari, arrotondati all'unità superiore, applicando le tariffe, determinate nel regolamento comunale, che variano a seconda del tipo di occupazione e della zona in cui sono effettuate. Non si applica il canone alle occupazioni complessivamente inferiori a mezzo metro quadrato o lineare. Per il calcolo delle superfici vedere Articolo 45- Criteri per la determinazione della tariffa del canone.

La tariffa standard annua e la tariffa standard giornaliera in base alla quale si applica il canone sono quelle indicate nell’articolo 1, commi 841 e 842 della legge n. 190 del 2019 ovvero:

- 40 euro/Mq per le occupazioni annuali;

- 0,7 euro/Mq per le occupazioni temporanee giornaliere.

Per le occupazioni annuali è necessario quindi moltiplicare il numero di metri occupati per la tariffa standard annuale e il suo coefficiente, in relazione al tipo di occupazione e alla zona interessata.

Per le occupazioni temporanee viene considerata la tariffa standard temporanea e la durata dell’occupazione.

La classificazione delle strade è consultabile e scaricabile nella sezione modulistica a fondo pagina.

Richiesta occupazione

L'occupazione di suolo pubblico è concessa su domanda dell'interessato, previa compilazione del modulo in calce alla pagina, in marca da bollo da € 16,00. Un'altra marca, dello stesso importo, è dovuta al momento del ritiro del provvedimento autorizzativo.
Per le occupazioni temporanee la domanda andrà presentata all’ufficio della Polizia Locale che rilascerà l'autorizzazione previo pagamento della relativa tassa. Nei giorni di mercato, nel caso di posteggi rimasti vacanti la mattina stessa, la Polizia Locale effettuerà l'assegnazione temporanea dei medesimi e provvederà all'incasso del
canone
Per il 
rilascio del passo carraio occorrerà rivolgersi allo ufficio Lavori Pubblici.

Scadenze

Il canone per le occupazioni permanenti va corrisposto annualmente, di norma entro il 30 novembre. Il versamento relativo alla prima annualità va eseguito entro 30 giorni dal rilascio della concessione, contenente la quantificazione del canone stesso.

Per le annualità successive a quella del rilascio della concessione il versamento del canone va effettuato entro il 30 novembre di ciascun anno.

Per le concessioni rilasciate in corso d’anno ed aventi durata superiore all’anno il canone sarà quantificato fino al 31 dicembre dell’anno stesso, con applicazione della tariffa annuale dovuta proporzionata ai giorni effettivi di occupazione, al fine di unificare tutte le scadenze dei versamenti al 30 novembre.

Il versamento del canone deve essere effettuato con le modalità individuate nella deliberazione di Giunta Comunale di individuazione delle tariffe.

Il canone deve essere corrisposto in un’unica soluzione. È ammessa la possibilità del versamento in rate aventi scadenza 31 maggio, 30 giugno, 30 settembre, 30 novembre, qualora l’importo del canone annuo sia superiore ad € 500,00.

Con deliberazione della Giunta comunale i termini ordinari di versamento del canone per le occupazioni permanenti possono essere differiti o sospesi per i soggetti passivi interessati da gravi calamità naturali, epidemie, pandemie e altri eventi di natura straordinaria ed eccezionale. Con la medesima deliberazione possono essere sospese le rate relative ai provvedimenti di rateazione.

Agevolazioni / esenzioni

Per l’anno 2021, a seguito dell'emergenza sanitaria in corso, è prevista l’esenzione dal pagamento del canone per le occupazioni di seguito indicate:

OCCUPAZIONI PERMANENTI

  • CHIOSCHI,CABINE

  • TENDE SOLARI

  • OCCUPAZIONE ANTISTANTE ESERCIZI CON RILEVANZA ECONOMICA (NO DEHORS)

  • CHIOSCHI TAVOLI E SEDIE (DEHORS)

  • MANUFATTI VARI

  • DISTRIBUTORI DI CARBURANTE

  • SOPRASUOLO IN GENERE

  • SPAZIO ESPOSIZIONE

OCCUPAZIONI TEMPORANEE

  • GIOCHI ATTRAZIONI SPETTACOLI

  • OCCUPAZIONE ANTISTANTE ESERCIZI CON RILEVANZA ECONOMICA (NO DEHORS)

  • TAVOLI E SEDIE (DEHORS)

  • ATTIVITA EDILE

  • PUBBLICI ESERCIZI

  • TRASLOCHI E ALTRI TIPI DI OCCUPAZIONE

CANONE MERCATALE

  • OCCUPAZIONE GIORNALIERA A MQ DA 9 ORE

  • OCCUPAZIONE GIORNALIERA A MQ FINO A 9 ORE

  • OCCUPAZIONE GIORNALIERA A MQ MERCATI RICORRENTI DA 9 ORE

  • OCCUPAZIONE GIORNALIERA A MQ MERCATI RICORRENTI FINO A 9 ORE

Versamento

Per l'anno in corso, a seguito dell'emergenza sanitaria, con delibera Giunta Comunale n. 95 del 09/09/2021, la scadenza è stata fissata al 30 novembre 2021.

In attesa dell’attivazione del canale di pagamento PagoPA dedicato al canone unico patrimoniale i pagamenti potranno essere effettuati tramite modello F24, sezione IMU e altri tributi locali, codice ente H642, codice tributo 3932,  anno di riferimento 2021. In caso di utilizzo del modello F24 semplificato indicare EL nel campo Sezione.

F24: https://www.amministrazionicomunali.it/modello_f24/m

Eliminazione del canone

E' possibile eliminare il Canone, ad esempio nel caso del ripristino del cordolo del marciapiede relativo al passo carraio. In questi casi è necessario presentare domanda all'ufficio Lavori Pubblici per eseguire le opere necessarie e successivamente al regolare completamento dei lavori la tassa verrà eliminata.

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/01/29 13:04:00 GMT+1 ultima modifica 2021-11-09T15:57:21+01:00

Segnalazioni