Seguici su

Sezioni

PUG - Piano Urbanistico Generale

Applicazione della Legge Regionale Emilia Romagna n. 24 del 21/12/2017 “Disciplina regionale sulla tutela e l’uso del territorio”

2e9ecec1-59bb-4671-a760-113941a45f77.jpeg

 

Il PUG è stato assunto con delibera di Giunta Comunale n° 195 del 29 dicembre 2022, dalla pubblicazione dell’avviso di deposito del Piano sul BURERT e all’Albo pretorio in data 1 febbraio 2023, è possibile presentare OSSERVAZIONI (art 45, comma 5 della LR 24/2017).

Gli effetti della salvaguardia decorreranno dalla data di adozione del PUG (a norma del combinato disposto degli articoli 45, comma 2 e 27, comma 2 della L.R. n. 24/2017) che interverrà con le procedure di cui all’articolo 46 della medesima legge regionale, una volta completati i percorsi di deposito e partecipazione previsti dall’articolo 45.

DOCUMENTAZIONE DEL PUG (elaborati in fondo alla pagina disponibili dal 1 febbraio)

Gli elaborati della proposta di Piano saranno inoltre consultabili attraverso il Servizio Informativo Territoriale del Comune di Russi

Entro il 02 aprile 2023 (o entro il primo giorno seguente non festivo) chiunque può formulare OSSERVAZIONI sui contenuti della proposta di Piano assunta, le quali saranno valutate prima dell’adozione del Piano.

Si evidenzia che non saranno prese in considerazioni le osservazioni pervenute oltre detto termine, così come disposto dall'art. 45 comma 5 L.R. 24/2017.

Le osservazioni, in forma scritta e modalità digitale, utilizzando l'apposita modulistica, devono essere inviate con Posta Elettronica Certificata (PEC) o semplice Posta elettronica, all'indirizzo (PEC) del Comune di Russi: pg.comune.russi.ra.it@legalmail.it oppure in forma scritta e modalità cartacea, devono essere indirizzate al Comune di Russi, Ufficio di Piano - Via Babini n. 1, allegando fotocopia fronte e retro di un valido documento di identità. Le osservazioni devono contenere il seguente oggetto: "OSSERVAZIONI – Piano Urbanistico Generale (PUG)".

COS'È IL PUG

Cos’è il PUG e cosa cambierà nel governo del nostro territorio questo nuovo strumento?

Il Piano Urbanistico Generale o PUG è lo strumento di pianificazione che il Comune redige per delineare gli obiettivi e le scelte strategiche di assetto della città e del suo territorio.

Con il PUG, il Comune si dota di uno strumento per governare le trasformazioni urbane del territorio comunale di domani, orientate prioritariamente alla rigenerazione del territorio urbanizzato, alla riduzione del consumo di suolo e alla sostenibilità ambientale e territoriale.

Modificando radicalmente il quadro di riferimento precedente, il Piano costruisce le proprie analisi e le diagnosi conseguenti con riferimento non soltanto ai fenomeni e agli strumenti di intervento tipicamente urbanistici, ma rispetto ad un più vasto contesto di tematiche (ambientali, sociali, economiche), di livelli territoriali (dal livello regionale a quello locale) e di politiche e azioni di governo che hanno influenza sugli esiti dell’attuazione. 

In linea con gli Obiettivi di Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile adottati il 25 settembre 2015 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite e con quelli previsti dalla legge regionale il PUG persegue, quali obiettivi generali:

  • contenere il consumo del suolo, bene comune e risorsa non rinnovabile, per perseguire il saldo zero entro il 2050
  • attivare processi di riuso e di rigenerazione urbana finalizzandoli al miglioramento della qualità urbana ed edilizia, delle condizioni di vivibilità delle aree urbane. Con la rigenerazione urbana il Piano si pone l’obiettivo di riqualificare la città esistente, di sviluppare i servizi per la vita delle popolazioni e di coinvolgere le comunità locali nelle scelte di trasformazione
  • tutelare e valorizzare il territorio nelle sue caratteristiche storiche, culturali, naturali e paesaggistiche
  • valorizzare la capacità produttiva locale e promuovere l’attrattività dei sistemi locali
  • definire i criteri di sostenibilità e resilienza, che incentivino il risparmio delle risorse e la valorizzazione del sistema dei servizi eco sistemici per limitare la vulnerabilità del territorio rispetto ai rischi ambientali. 

Il progetto del nuovo strumento urbanistico prende vita innanzitutto dalla costruzione di un Quadro Conoscitivo Diagnostico, in grado di rappresentare lo stato di fatto della città e del territorio in maniera descrittiva e qualitativa, evidenziando le criticità e le necessità generali esistenti.

LA COSTRUZIONE DEL PUG

L’iter di approvazione del P.U.G. è strutturato in diverse fasi e prevede il coinvolgimento di numerosi soggetti, pubblici e privati.

La fase preliminare è caratterizzata dalla consultazione, sia degli enti che della cittadinanza, per l’acquisizione di un quadro conoscitivo di base e la definizione degli obiettivi e delle strategie specifiche per il territorio.

I diversi contributi raccolti in questo procedimento confluiscono, successivamente, nell’elaborazione del Piano Urbanistico Generale a cui segue l’assunzione da parte della Giunta e la successiva adozione e approvazione da parte del Consiglio Comunale.

L’elaborazione del PUG di Russi, che andrà a sostituire il Piano Regolatore Generale del 1995, è iniziata con un percorso strutturato di partecipazione della cittadinanza che verrà completato con la condivisione delle scelte strategiche emerse e studiate dalla Giunta.

 

In parallelo al percorso di partecipazione ha preso avvio anche la costruzione del “quadro delle conoscenze” che accompagnerà l’intera formazione del Piano. 

Il nuovo Piano Urbanistico Generale del Comune di Russi si articolerà nei seguenti elaborati: 

  • Quadro Conoscitivo/Diagnostico, articolato in sistemi funzionali, rivolto a fornire una lettura organica dello stato di salute del sistema urbano e territoriale nel suo complesso. Una diagnosi delle vulnerabilita’ e dei punti di forza, con riferimento non soltanto ai fenomeni e agli aspetti tipicamente urbanistici, ma rispetto ad un più vasto contesto di tematiche (ambientali, sociali, economiche), di livelli territoriali (dal livello sovra e regionale a quello locale) e di politiche e azioni di governo che hanno influenza sugli esiti dell’attuazione.
  • Strategia per la Qualità Urbana ed Ecologico Ambientale, che individua, in coerenza con il quadro conoscitivo, le politiche ambientali e le politiche di sviluppo socio-economico, il quadro di riferimento per le trasformazioni future della città e del territorio, sia attraverso gli interventi ordinari di qualificazione edilizia, urbana e territoriale, sia attraverso interventi straordinari da proporre mediante Piani particolareggiati e/o Accordi Operativi;
  • Disciplina per gli interventi, rivolta a definire le modalità e gli usi delle trasformazioni di riuso e rigenerazione urbana sul patrimonio esistente e degli interventi di valorizzazione del territorio rurale e delle attività compatibili;
  • Valutazione di Sostenibilità Ambientale e Territoriale (VALSAT), che, sistematicamente integrata nello sviluppo dei processi decisionali che accompagnano l’elaborazione e l’attuazione della Strategia, accompagna il PUG lungo l'intero processo di formazione e di attuazione. Un nuovo approccio valutativo, non ex-post, ma a supporto delle decisioni, che supera dunque il suo tradizionale carattere settoriale, ampliando la valutazione agli effetti territoriali, ambientali, sociali ed economici e sulla salute umana.

Le attività di elaborazione, accompagnate da un percorso di coinvolgimento della cittadinanza, prevedono:

  • una prima definizione del quadro delle conoscenze degli obiettivi strategici del Piano;
  • l'assunzione in Giunta della Proposta di Piano;
  • l’adozione da parte del Consiglio Comunale e la successiva approvazione

Percorso partecipativo LABORATORIO 2030 

SOGGETTI COINVOLTI

Ufficio di piano

Il Comune di Russi con Delibera di Giunta Comunale n. 97/2020 ha costituito l’Ufficio di piano, allo scopo di predisporre ed approvare il Piano Urbanistico Generale (PUG) e di curarne l’attuazione ai sensi della L.R. n. 24/17. 

Arch. Marina Doni

Arch. Simone De Giglio

Geom. Stefania Bambi

PROGETTISTI INCARICATI

OIKOS Ricerche S.r.l. di Bologna – Ing. Roberto Farina – Arch. Diego Pellattiero 

Consulenti: 

Microzonazione sismica – Studio di Geologia Applicata Samuel Sangiorgi di Dozza (BO)

Tutela archeologica - AR/S ARCHEOSISTEMI di Reggio Emilia – Dott.ssa Barbara Sassi

Analisi del tessuto rurale/agricolo ed Agricoltura - Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agro-alimentari dell’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna – Prof. Giovanni Dinelli

Zonizzazione acustica – in fase di affidamento

ELABORATI

QC – Quadro conoscitivo Diagnostico

ST - Strategia per la qualità urbana ed ecologico-ambientale

DI – Disciplina degli interventi diretti

VT – Tavola e scheda dei Vincoli

VA – Valutazione di sostenibilità ambientale e territoriale

Contributi specialistici

Azioni sul documento

pubblicato il 2023/01/23 11:21:00 GMT+1 ultima modifica 2023-01-25T12:42:40+01:00

Segnalazioni