Seguici su

Sezioni

Misure ordinarie e straordinarie in materia di tutela della qualità dell'aria

Misure antismog e misure emergenziali dal 1° ottobre 2021 al 30 aprile 2022

Anche il Comune di Russi ha adottato, con ordinanza n. 43 del 30/09/2021, i Provvedimenti temporanei di limitazione della circolazione e di misure ordinarie ed emergenziali, al fine di ridurre l'inquinamento atmosferico a tutela della salute pubblica in attuazione del piano aria integrato regionale (PAIR 2020) e dell'accordo tra le regioni del bacino padano e il ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, alla DGR N. 189/2021

Limiti strutturali alla circolazione nel Comune di Russi (Comune di Pianura)

Nel periodo 01/10/2021 – 30/04/2022, dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 18.30, divieto di circolazione nell’area del centro abitato di Russi, come da planimetria costituente l’allegato n. 1, dei veicoli privati euro 0 ed euro 1 come di seguito specificato:

  • veicoli alimentati a benzina EURO 0 e EURO 1, non conformi alla direttiva 91/542/CEE St II e successive o alla direttiva 94/12/CE e successive;
  • veicoli alimentati a GPL/benzina o metano/benzina EURO 0 e EURO 1, non conformi alla direttiva 91/542/CEE St II e successive o alla direttiva 94/12/CE e successive; 
  • veicoli diesel EURO 0 ed EURO 1, non conformi alla direttiva 94/12 CE e successive o alla direttiva 96/69 CE e successive;
  • ciclomotori e motocicli EURO 0 e EURO 1 non conformi alla direttiva 97/24/CE Cap. 5 fase II e successive o alla direttiva 2002/51 fase A

Regole impianti a biomassa legnosa per il riscaldamento domestico nel Comune di Russi

1) Nel periodo 01/10/2021 – 30/04/2022, in tutto il territorio comunale

  • divieto di utilizzare, nelle unità immobiliari comunque classificate (da E1 a E8, secondo la classificazione degli edifici in base alla destinazione d’uso definita dal D.P.R. 412/93), generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa (in presenza di impianto di riscaldamento alternativo) aventi prestazioni energetiche ed emissive che non sono in grado di rispettare i valori previsti almeno per la classe “3 stelle” e focolari aperti o che possono funzionare aperti; 
  • divieto di installare generatori biomassa legnosa con classe di prestazione emissiva inferiore alla classe “4 stelle”;
  • obbligo di utilizzare, nei generatori di calore a pellet di potenza termica nominale inferiore ai 35 kW, pellet che, oltre a rispettare le condizioni previste dall’allegato X, Parte II, sezione 4, paragrafo 1, lettera d) alla parte V del decreto legislativo n. 152/2006, sia certificato conforme alla classe A1 della norma UNI EN ISO 17225-2 da parte di un Organismo di certificazione accreditato. È stabilito altresì l’obbligo per gli utilizzatori di conservare la pertinente documentazione;
  • divieto di abbruciamento dei residui vegetali ai sensi dell’art. 182, comma 6 bis, del decreto legislativo 3 aprile 2006 n.152. Sono sempre fatte salve le deroghe a seguito di prescrizioni emesse dall’Autorità fitosanitaria.

2)     Misure da applicarsi in via strutturale per tutto l’anno: 

  • divieto di installazione e di utilizzo di impianti per la climatizzazione invernale e/o estiva in spazi di pertinenza dell’organismo edilizio (quali, ad esempio, cantine, vani scale, box, garage e depositi), in spazi di circolazione e collegamento comuni a più unità immobiliari (quali, ad esempio, androni, scale, rampe)
  • obbligo di chiusura delle porte di accesso al pubblico da parte di esercizi commerciali e degli edifici con accesso al pubblico per evitare dispersioni termiche sia nel periodo invernale che in quello estivo

3)     Misure emergenziali nel caso in cui il bollettino emesso da Arpae nei giorni di            controllo (individuati nelle giornate di lunedì, mercoledì e venerdì), indichi con            un bollino rosso 

Nel periodo 01/10/2021 – 30/04/2022 in tutto il territorio comunale:

  • è vietato utilizzare, nelle unità immobiliari comunque classificate (da E1 a E8), generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa (in presenza di impianto di riscaldamento alternativo) aventi prestazioni energetiche ed emissive che non sono in grado di rispettare i valori previsti almeno per la classe “4 stelle”;
  • la temperatura negli ambienti di vita riscaldati non deve superare i seguenti valori massimi: - 19°C (+ 2°C di tolleranza) negli edifici adibiti a residenza ed assimilabili (E1), a uffici ed assimilabili (E2), ad attività ricreative e di culto ed assimilabili (E4), ad attività commerciali ed assimilabili (E5), ad attività sportive (E6); - 17°C (+ 2°C di tolleranza) nei luoghi che ospitano attività industriali ed artigianali ed assimilabili (E8). Sono esclusi dalle limitazioni di cui al precedente comma ospedali, cliniche e case di cura ed assimilabili (E3), edifici adibiti ad attività scolastiche a tutti i livelli ed assimilabili (E7);
  • è disposto il divieto di spandimento dei liquami zootecnici. Sono escluse dal presente divieto le tecniche di spandimento con interramento immediato dei liquami e con iniezione diretta al suolo. Sono fatte salve le deroghe per sopraggiunto limite di stoccaggio, verificato dall’autorità competente al controllo

L’area del centro abitato del Comune di Russi in cui si applica il divieto di circolazione di cui al punto 1 della presente Ordinanza è individuata nella planimetria allegata in fondo alla pagina ed è delimitata esternamente dalle seguenti strade contigue tra loro: via Trieste – via Trento – via Mazzini – via Garibaldi. 

Sono esclusi dal divieto di circolazione di cui al precedente punto 1 i seguenti veicoli:

  • autoveicoli elettrici o ibridi dotati di motore elettrico;
  • autoveicoli con almeno tre persone a bordo se omologati per quattro o più posti a sedere oppure con almeno due persone a bordo se omologati per due o tre posti a sedere (car-pooling);
  • autoveicoli immatricolati come autoveicoli per trasporti specifici e autoveicoli per uso speciale

Segnalazioni