Seguici su

Sezioni

Cosa devono fare i cittadini da aprile a ottobre

Determinante risulta il contributo dei singoli cittadini, che possono e devono adottare semplici misure preventive, utili sia per proteggersi dalle punture, sia per rendere difficile la proliferazione delle zanzare.

Affinché sia efficace, dunque, l'intervento dev'essere collettivo.

E’ compito di ogni singolo cittadino evitare che i ristagni di acqua si trasformino in un ricettacolo di larve, eliminando, dove possibile, ogni potenziale contenitore di acqua ed utilizzando prodotti larvicidi dove i ristagni non sono eliminabili (ad esempio nei pozzetti).

E’ necessario evitare di lasciare all’aperto ogni contenitore che possa raccogliere acqua (sottovasi, annaffiatoi, recipienti) oppure svuotiamoli dopo l’uso e lasciamoli capovolti in modo che non raccolgano la pioggia.

E’ bene proteggere con una zanzariera i contenitori che non possono essere svuotati e rovesciati (per esempio i bidoni degli orti) oppure chiudiamoli ermeticamente.

Bisogna occuparsi regolarmente della falciatura dell’erba e delle siepi.

Se non è possibile provvedere allo svuotamento delle fontane, piscine o laghetti ornamentali occorre utilizzare il larvicida. C’è un’alternativa: metterci dentro i pesci rossi, ghiotti di larve di zanzara.

Bisogna stare molto attenti a non accumulare copertoni e materiali da cantiere all’aperto. In alternativa è necessario coprirli con un telo ben teso, svuotando eventuali ristagni di acqua dopo ogni pioggia.

Come-combattere-le-zanzare_imagelarge.jpg

Nelle proprietà private occorre svolgere il trattamento dei tombini con cadenza periodica utilizzando i prodotti larvicidi. Nelle farmacie sono disponibili i prodotti e tutte le informazioni utili per il loro utilizzo. I prodotti sono reperibili anche nella grande distribuzione e nei negozi specializzati.

Il prodotto larvicida, applicato ciclicamente in tombini e altri ristagni d’acqua permanenti ed ineliminabili nel periodo da aprile a fine settembre/metà ottobre, mira a colpire lo stadio larvale della zanzara tigre e di tutte le specie di zanzara in genere, prevenendo lo sviluppo delle forme adulte alate, in particolare delle femmine adulte che sono le responsabili delle punture e della conseguente molestia alle persone. Intervenire contro la zanzara quando essa si trova allo stadio di larva, significa prevenire la diffusione nel territorio degli adulti alati, i quali, disperdendosi in una moltitudine di micro-ambienti sono difficili da individuare e colpire.

Nei condomini, nelle aree dove insistono le attività produttive e in ogni spazio di socialità all’aperto, i proprietari privati possono svolgere le attività di prevenzione e di lotta con personale proprio oppure incaricando un’impresa. Occorre effettuare controlli nelle aree all’aperto per rimuovere tutti i luoghi di possibile sviluppo delle larve e procedere al trattamento dei tombini con prodotti preferibilmente biologici, almeno una volta al mese da aprile ad ottobre.

Il prodotto larvicida è reperibile in commercio presso le seguenti farmacie del Comune di Russi:

Farmacia Errani - Russi

Farmacia Farini - Russi

Farmacia Gallina - Godo

Farmacia San Pancrazio - San Pancrazio

Per la prevenzione dell’infezione da virus West Nile, trasmissibile all’uomo attraverso la puntura delle zanzare, è necessario ridurre al massimo la popolazione delle zanzare comuni, oltre a quella della zanzara tigre, attuando rigorosamente gli interventi di lotta antilarvale e con l’adempimento degli obblighi che seguono.

Come evidenziato nell’Ordinanza sindacale n. 24 del 30/04/2019, i proprietari e/o gestori di aree soggette a sommersioni, quali agricoltori, cacciatori o comunque chi ha disponibilità di:

  • bacini per il deposito di acqua;
  • scavi a scopo di estrazione di sabbia e/o argilla;
  • aziende faunistico-venatorie;
  • coltivazioni per la cui irrigazione si possa ricorrere alla tecnica della sommersione o scorrimento superficiale;
  • maceri, valli e chiari da caccia;

è fatto obbligo di eseguire nelle zone allagate periodiche verifiche della presenza di larve di zanzara ed eventualmente periodici interventi larvicidi utilizzando prodotti di sicura efficacia e a basso impatto ambientale per evitare la proliferazione di culicidi e di provvedere a comunicare preventivamente all’Amministrazione comunale l’avvio delle operazioni di allagamento.

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/08/08 11:30:00 GMT+1 ultima modifica 2020-10-07T08:44:12+01:00

Segnalazioni