Seguici su

Sezioni

Criteri di per l'assegnazione del trattamento accessorio

Il principio obbligatorio della differenziazione “forzata” introdotto dal Dlgs n.150/2009, impone la distribuzione selettiva della quota prevalente delle risorse destinate al trattamento accessorio.

Si è pensato che la selettività nella distribuzione degli incentivi alla performance per il personale dipendente e della retribuzione di risultato per segretari, dirigenti e PO possa essere garantita attraverso l’individuazione dei seguenti criteri:

2019

SCHEDA DI VALUTAZIONE DEI RISULTATI GESTIONALI

1

RISULTATI

Punteggio massimo disponibile = punti 240

PARAMETRO VALUTAZIONI PUNTEGGIO

1.1 ATTUAZIONE DEGLI

OBIETTIVI ASSEGNATI

Da valutare in relazione al grado

di raggiungimento degli obiettivi

contenuti nel PEG o in altri

strumenti programmatici:

grado di raggiungimento degli

obiettivi inferiore/uguale a …

 

Con risultati pari o inferiori al 40%

Con risultati superiori al 40% il

punteggio si riproporziona come segue:

40:100=X:percentuale risultati

certificata dal Nucleo di Valutazione

 

0

Punteggio

risultante dalla

proporzione

 

     

2

COMPORTAMENTO MANAGERIALE

Punteggio massimo disponibile = punti 160

PARAMETRO VALUTAZIONI PUNTEGGIO

2.1 Orientamento al cittadino – cliente (e/o al cliente interno) e capacità

di mantenere relazioni esterne positive, promuovendo l’immagine e la

cultura dell’ente

 

Inadeguata

Sufficiente

Discreta

Buona

Ottima

 

0

4

8

12

16

 

2.2 Capacità di programmare, organizzare e controllare le attività (di

linea o staff) dell’unità organizzativa assegnata alla sua responsabilità

 

Inadeguata

Sufficiente

Discreta

Buona

Ottima

 

0

4

8

12

16

 

2.3 Capacità di dirigere le attività poste sotto la sua responsabilità

garantendo elevati livelli di qualità, precisione e rispetto dei tempi

 

Inadeguata

Sufficiente

Discreta

Buona

Ottima

 

0

4

8

12

16

 

2.4 Leadership, ovvero capacità di guidare e motivare i propri

collaboratori, valorizzandone l’apporto lavorativo e favorendone la

crescita professionale. Capacità di utilizzare equamente gli strumenti ed

i processi di valutazione del personale

 

Inadeguata

Sufficiente

Discreta

Buona

Ottima

 

0

4

8

12

16

 

2.5 Capacità di soluzione di problemi, particolarmente in situazioni di

crisi o di emergenza

Inadeguata

Sufficiente

Discreta

Buona

Ottima

0

4

8

12

16

2.6 Impegno personale, motivazione verso il proprio lavoro e tensione

verso il risultato

 

Inadeguata

Sufficiente

Discreta

Buona

Ottima

 

0

4

8

12

16

 

2.7 Propensione all’innovazione e capacità di adeguarsi

tempestivamente ai cambiamenti tecnologici, organizzativi e normativi

 

Inadeguata

Sufficiente

Discreta

Buona

Ottima

 

0

4

8

12

16

 

2.8 Capacità di contribuire all’integrazione dei processi lavorativi

promuovendo la collaborazione con altri servizi ed uffici

 

Inadeguata

Sufficiente

Discreta

Buona

Ottima

 

0

4

8

12

16

 

2.9 Capacità di contribuire alla formulazione delle strategie di sviluppo

dei servizi assegnati alla sua responsabilità

 

Inadeguata

Sufficiente

Discreta

Buona

Ottima

 

0

4

8

12

16

 

2.10 Attitudine all’aggiornamento professionale e capacità di garantire la

crescita del know – how dell’Ente sui temi di sua pertinenza

 

Inadeguata

Sufficiente

Discreta

Buona

Ottima

 

0

4

8

12

16

 

TOTALE PUNTEGGIO ASSEGNATO

____ / 400

 

       

Per ogni parametro possono essere assegnati anche punteggi in decimali.

Segnalazioni