Seguici su

Sezioni

Città in CAA: per una comunicazione urbana accessibile

template.jpg

DURATA

6 mesi: dal 19 dicembre 2019 al 18 giugno 2020

COFINANZIAMENTO

Fondi europei attraverso Regione Emilia-Romagna – Progetto Shaping Fair Cities

MACRO OBIETTIVO

  • OSS 11. CITTA' E COMUNITA' SOSTENIBILI - Rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, duraturi e sostenibili
  • 11.0 CITTA' E COMUNITA' SOSTENIBILI - Rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, duraturi e sostenibili

PROPONENTE

Comune di Russi

PARTNER

  •   FARE LEGGERE TUTTI APS
  •   CENTRO SOCIALE CULTURALE PORTA NOVA APS
  •   LINEA ROSA ODV
  •   COOPERATIVA SOCIALE TERANGA
  •   AZIENDA SERVIZI ALLA PERSONA RAVENNA CERVIA E RUSSI
  •   IL MULINO SOCIETA’ COOPERATIVA SOCIALE ONLUS

OBIETTIVO GENERALE DEL PROGETTO

L’obiettivo del progetto Città in CAA è quello di creare una rete di ambienti civici accoglienti e leggibili per tutta la comunità e nello specifico per chi sperimenta barriere comunicative e relazionali. In modo particolare, il progetto si propone di sensibilizzare la comunità, gli operatori del settore e i responsabili di servizi pubblici e privati sulla modalità di relazionarsi e supportare chi ha difficoltà di comunicazione tramite una formazione specifica e la realizzazione di strumenti di comunicazione visiva a supporto della comunicazione verbale. Inoltre, il progetto mira a creare condizioni di maggiore autonomia per i beneficiari di un approccio di Comunicazione Aumentativa, per consentire loro di diventare cittadini attivi, consapevoli e coinvolti in relazione alle principali proposte dell’amministrazione comunale, al fine di potere usufruire al meglio dei servizi fondamentali e di prendere parte alla vita della comunità. Inoltre, il progetto ha l’obiettivo di migliorare l’approccio proposto ed individuare al meglio le problematiche e i settori di intervento attraverso la raccolta di dati specifici sulle eventuali barriere comunicative sperimentate dalla cittadinanza, che verranno riportati tramite questionari specifici consegnati sia ai beneficiari, sia ai responsabili dei servizi comunali. Il progetto prevede infine l’elaborazione di una “Carta dei servizi” che, redatta multilingue e altresì con metodo di comunicazione CAA, permetta di individuare facilmente in Città i servizi indispensabili e primari per sapersi orientare ed accedere ai servizi che offrono l’Ente e le molteplici Associazioni di volontariato presenti sul territorio. Scopo della Carta dei Servizi sarà quello di costituire una mappa leggibile per tutti, un primo approdo ad una Città aperta ed inclusiva.

BENEFICIARI

Rispondendo agli obiettivi del bando il progetto mira le sue attività ai seguenti target group di beneficiari diretti: i migranti con focus sulle donne; le persone con disabilità cognitive e in particolar modo i bambini e gli anziani. Il numero delle persone straniere che beneficiano dei servizi pubblici è 1528, in modo particolare le donne straniere non alfabetizzate sono 302. In termini di benefici quantitativi e qualitativi possiamo dire che un approccio di CAA e di comunicazione visiva sarà di aiuto a tutte le persone straniere residenti nel comune e ai turisti stranieri di passaggio che non conoscono la lingua italiana. In modo particolare gli strumenti visivi della CAA  potranno essere proposti alle persone straniere non alfabetizzate con il duplice vantaggio di facilitare la comprensione e la comunicazione e di fungere da ponte con la lingua scritta. In termini quantitativi, al numero di beneficiari sopra descritti (persone straniere e stranieri non alfabetizzati) si aggiungono i turisti stranieri. I beneficiari potranno usufruire degli strumenti di Città in CAA tutti i giorni, qualsiasi volta si rechino presso gli enti o esercizi coinvolti nel progetto. Il numero invece delle persone con disabilità cognitive tra cui anche anziani over 75 anni è 1778. In termini di benefici quantitativi e qualitativi possiamo dire che la comunicazione urbana facilitata grazie alla presenza di strumenti di CAA va a beneficio di tutte le persone che vivono una disabilità linguistica e cognitiva sia genetica che acquisita. In termini quantitativi, al numero di beneficiari sopra descritti (persone con disabilità cognitiva) si aggiungono le persone anziane e che soffrono di Alzheimer, per le quali il recupero della memoria lessicale può essere incoraggiato da un approccio visivo alla comunicazione. I beneficiari potranno usufruire degli strumenti di Città in CAA tutti i giorni, qualsiasi volta si rechino presso gli enti o esercizi coinvolti nel progetto.

ATTIVITÀ E RISULTATI

  •  Costruzione di un network tra partner e stakeholders;
  •   Formazione degli operatori attraverso la realizzazione di 1 workshop e  2 focus group durante i quali  si sono individuati i luoghi della città e i servizi comunali presso i quali i cittadini con difficoltà di comunicazione possono riscontrare le maggiori barriere comunicative;
  •   Implementazione di un’azione pilota che consiste nella realizzazione di materiali di CAA efficaci a supporto della comunicazione e la loro corretta installazione, leggibile e accessibile, all’interno delle realtà di intervento per rendere gli ambienti più accessibili ed inclusivi per tutti e nello specifico per le persone con disabilità cognitive e le donne migranti;
  •   Realizzazione di una Carta dei Servizi tradotto anche in “linguaggio” CAA.

LA CARTA DEI SERVIZI

RussiInforma - Guida utile ai servizi per vivere meglio il territorio

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/06/29 14:59:00 GMT+2 ultima modifica 2020-10-16T09:23:19+02:00

Segnalazioni