Seguici su

Sezioni

Attivazione di strumenti informatici per l’osservazione dei fenomeni di interesse ai fini della promozione della legalità nel territorio comunale

DURATA

6 mesi: luglio - dicembre 2020

COFINANZIAMENTO

Accordo di programma con la Regione Emilia-Romagna 

OBIETTIVO GENERALE DEL PROGETTO

Scopo principale del progetto è quello di creare uno strumento cognitivo che possa supportare l’Amministrazione Comunale nella creazione e gestione di un programma di azioni in materia di prevenzione e contrasto alla criminalità organizzata e attivare un sistema di gestione/analisi dei dati già collaudato in altre realtà comunali.

PROPONENTE

Comune di Russi

BENEFICIARI COINVOLTI NELLA REALIZZAZIONE

Confesercenti, Confcommercio, Confindustria, Cgil, Cisl, Uil, Cna, Coldiretti

DEFINIZIONE DEL CONTESTO E ATTIVITÀ

Questa idea progettuale muove da alcune condizioni oggettive e dalla valutazione effettuata rispetto ad altre iniziative promosse in materia nel contesto emiliano romagnolo.

La prima considerazione fa riferimento alla diffusione dei fenomeni di criminalità organizzata sul territorio dell’Emilia Romagna, come dimostrato da diverse indagini emerse sul territorio (che coinvolgono anche il nostro territorio comunale).

Da anni si parla di mafie che hanno smesso la coppola per indossare la cravatta, ma quanto emerso dall’inchiesta “Aemilia”, operazione condotta dall’Arma dei Carabinieri nel modenese e nel reggiano, in seguito ai lavori di ricostruzione post terremoto, racconta di un’infiltrazione radicata, affaristica, talvolta violenta, che si estende anche ai rami istituzionali statali e pubblici. Detto in un altro modo: la malavita è tra noi.

La seconda considerazione nasce dal fatto che la lotta alla mafia ha bisogno di prassi virtuose come la stazione unica appaltante, il centro unico acquisti e gare; i controlli sui sorteggi delle commissioni aggiudicatrici; l'eliminazione di società contigue con la criminalità; fare rete tra amministrazioni locali e mettere in rete le banche dati, informatizzare i sistemi è fondamentale per avviare su un territorio strumenti di contrasto a questi fenomeni che si sviluppano su diversi ambiti. Per questo motivo, sulla scia di quanto realizzato all’Unione Terre D’argine e all’Unione della Romagna Faentina, la volontà è quella di esportare una buona pratica identificata nel cruscotto della legalità, un sistema per poter leggere ed interrogare in maniera omogenea i dati in possesso della pubblica amministrazione.

Un’altra condizione oggettiva nasce dalla necessità di strutturare il Comune su questi temi. Ma tale prospettiva deve tenere conto della necessità per un Comune di dotarsi di strumenti di analisi e monitoraggio del territorio che probabilmente sono già presenti nelle grandi città ma che possono essere invece “nuove materie” per realtà oggi meno strutturate. Da qui la volontà di ragionare sulla costituzione di nuovi strumenti gestionali sul tema della criminalità organizzata e più in generale sulla sicurezza urbana.

La terza condizione oggettiva nasce dalla consapevolezza che su questi temi le Amministrazioni comunali, anche grazie all’apporto della Polizia Locale, devono diventare protagoniste nella promozione della legalità e nel contrasto ai fenomeni criminali, con particolare riferimento a quelli di carattere mafioso.

Rispetto alla presente proposta occorre sottolinearne le caratteristiche ritenute qualificanti:

valorizzazione delle potenzialità del Sistema Informativo Territoriale del Comune di Russi;

riutilizzo della esperienza e dei percorsi di indagine messi a punto dell’Osservatorio legalità dell’Unione dei Comuni delle terre d’Argine e Unione della Romagna Faentina;

valorizzazione e massimizzazione degli investimenti realizzati dal Comune negli ultimi anni in termini di dotazioni tecnologiche, banche dati, competenze del personale, grazie anche alla partecipazione a progetti nazionali e regionali (es. SIGMA TER, ACI, FedERa, Spid) o in corso di attivazione e diffusione;

valorizzazione ed integrazione di sistemi e banche dati disponibili a livello locale e regionale;

implementazione di un sistema aperto ad ulteriori sviluppi e ad implementazione di nuove banche dati.

RISULTATI

Come previsto è stato implementato, un Sistema Informativo Territoriale integrato in grado di fornire agli operatori uno strumento completo di gestione e controllo del territorio. Il sistema è in grado di unire ed integrare in un’unica piattaforma di consultazione tutte le informazioni elaborate dagli uffici e dalle agenzie sovra comunali (http://websit.comune.russi.ra.it/)

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/03/30 10:35:00 GMT+2 ultima modifica 2021-04-07T11:06:43+02:00

Segnalazioni