Sito Ufficiale del Comune di Russi

Vai ai contenuti principali
 
Sito Ufficiale del Comune di Russi
 
Sei in: Home - La Città - Sagre e mercati - Sagre e Feste - Fira di Sett Dulur  

Fira di Sett Dulur

 

 

PAG-1-OK

L’autunno è la stagione delle sagre legate ai prodotti tipici e alle tradizioni religiose o popolari. Il più importante di questi appuntamenti è, da più di 340 anni, la Fira di Sett Dulur, che accoglie a Russi migliaia di curiosi e affezionati frequentatori.

La Fira nacque nel XVII secolo come festa religiosa per rendere omaggio al culto della Madonna Addolorata, raffigurata nell’iconografia popolare con il cuore trafitto dalle sette spade, che rappresentavano i dolori della vita della Vergine; nel corso dei secoli si è andato accentuando il carattere di festa popolare, pur nel rispetto della tradizione.

Il centro storico della città, la terza domenica di settembre, si anima grazie a eventi promossi in collaborazione con associazioni culturali, associazioni di volontariato sociale e sportivo, associazioni di categoria del commercio, dell’artigianato, dell’agricoltura e della ristorazione, dando grande risalto alla produzione di eccellenza del territorio.

Le strade dell’antico castrum medievale si animano di un colorato mercato ambulante e di un Luna Park ricco di divertenti attrazioni, mentre nei locali dell’Ex Macello, dal 2013 nuova sede della Biblioteca Comunale, si svolgono mostre, convegni e degustazioni di eccellenze enogastronomiche, così come in tutti i locali dell’area delle piazze centrali. 

L’arena nel giardino medievale accoglie gli spettacoli di musica, e non solo, dei gruppi e delle band locali e nelle viuzze del centro, nei cortili e nel Teatro comunale i Cantastorie, provenienti da ogni regione d’Italia, danno vita a un affascinante Festival che diffonde l’armonia di antiche storie e antichi strumenti.

La piazza centrale è teatro di spettacoli di cabaret, di musica tradizionale romagnola e, di notte, degli spettacolari fuochi artificiali che chiudono le ultime serate della domenica e del lunedì.

Protagonisti assoluti dei giorni di festa i prodotti tipici del luogo: cappelletti, bél e còt (cotechino di qualità superiore), canéna nôva (vino prenovello della tradizione), lanzese (vino bianco recentemente tornato alla produzione), salsiccina, zuppa inglese e dolce di Russi.

 

 

Percorso guidato ai servizi per: