Sito Ufficiale del Comune di Russi

Vai ai contenuti principali
 
Sito Ufficiale del Comune di Russi
 
Sei in: Home - Gli Uffici info... - Referendum Costituzionale del 20 e 21 settembre 2020  
Gli Uffici informano

Referendum Costituzionale del 20 e 21 settembre 2020

Referendum costituzionale confermativo relativo alla riduzione del numero dei parlamentari: affluenze e risultati

 

 

Affluenze e risultati in tempo reale - clicca qui

 

PER COSA SI VOTA
Domenica 20 settembre, dalle 7 alle 23, e lunedì 21 settembre, dalle 7 alle 15, i cittadini italiani saranno chiamati al voto per il Referendum popolare ex art. 138 della Costituzione, confermativo del testo della Legge Costituzionale in materia di riduzione del numero dei parlamentari. Il testo del quesito referendario è il seguente: “Approvate il testo della legge costituzionale concernente le “Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari” approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana – Serie Generale n. 240 del 12 ottobre 2019?” .

QUANDO SI VOTA
Gli elettori possono votare dalle ore 7 alle ore 23 di domenica 20 settembre 2020 e lunedì 21 settembre dalle ore 7 alle ore 15;

COME SI VOTA
All‘elettore sarà consegnata una sola scheda.
Ciascun elettore ha diritto di esprimere il voto tracciando, con la matita copiativa, un segno sul riquadro corrispondente alla risposta da lui prescelta (“SI” o “NO”).

  • Scegliendo il SI si approva la Legge di modifica della Costituzione già approvato dal Parlamento.
  • Scegliendo il NO si sceglie di non approvare e quindi non diventano efficaci le modifiche della Costituzione previste dalla Legge approvata dal Parlamento.

Per votare l’elettore deve usare esclusivamente la matita copiativa che gli viene consegnata al seggio.
L’elettore, prima di uscire dalla cabina, deve ripiegare la scheda, secondo le linee lasciate dalla precedente piegatura.

QUORUM
Si ricorda che trattandosi di referendum costituzionale confermativo non è previsto il quorum, vince chi, tra il SI o il NO, riporta più voti.

CHI VOTA
Per le consultazioni referendarie votano gli iscritti nelle liste elettorali, che avranno compiuto il 18° anno di età entro domenica 20 settembre 2020 compresa.
Il voto si esercita presentandosi di persona presso la sezione elettorale del comune nelle cui liste si è iscritti.
Per alcune categorie di elettori la legge prevede modalità di voto con procedura speciale:

  • i militari delle forze armate, gli appartenenti a corpi organizzati militarmente per il servizio dello Stato, le forze di polizia ed il corpo nazionale dei Vigili del Fuoco possono esercitare il diritto di voto in qualsiasi sezione del comune in cui si trovano per causa di servizio;
  • i componenti dei seggi, i rappresentanti dei partiti o dei gruppi politici presenti in parlamento e i rappresentanti dei comitati promotori dei referendum, sono ammessi a votare nella sezione presso la quale esercitano il loro ufficio;
  • i ricoverati in ospedali o case di cura sono ammessi a votare nel luogo di ricovero;
  • i detenuti, ancora in possesso del diritto di voto sono ammessi ad esercitarlo nel luogo di reclusione;
  • i marittimi e gli aviatori, impossibilitati a votare nel Comune di Residenza, possono esercitare il diritto di voto in qualsiasi sezione del comune in cui si trovano per motivi di imbarco.

VOTO DEGLI ITALIANI RESIDENTI O TEMPORANEAMENTE ALL’ESTERO
In occasione del referendum i cittadini italiani residenti all’estero votano per corrispondenza, ricevendo a casa un plico con la scheda, salvo che abbiano esercitato l’opzione per votare in Italia oppure risiedano in stati in cui non è ammesso il voto per corrispondenza.
Anche gli elettori che per motivi di lavoro, studio o cure mediche si trovano temporaneamente all'estero per un periodo di almeno tre mesi nel quale ricade la data di svolgimento di elezioni politiche o di referendum nazionali, nonché i familiari con loro conviventi, votano per corrispondenza se hanno presentato apposita domanda entro il 19 agosto 2020.
Votano per corrispondenza anche determinate categorie di cittadini temporaneamente all’estero per motivi di servizio o missioni internazionali.

TESSERA ELETTORALE
Per essere ammessi al voto gli elettori dovranno esibire la Tessera Elettorale unitamente alla carta di identità o altro documento di identificazione munito di fotografia, rilasciato dalla Pubblica Amministrazione, anche se scaduto, purché possa assicurare la precisa identificazione del votante.
In mancanza di documento, l'identificazione può avvenire anche attraverso:

  • uno dei membri del seggio che conosca personalmente l'elettore e ne attesti l'identità;
  • un altro elettore del comune (conosciuto dai componenti del seggio e provvisto di documento di identificazione), che ne attesti l'identità.

Sulla tessera sono previsti fino a diciotto spazi in ognuno dei quali, in occasione di ogni consultazione elettorale o referendaria, viene apposta, ai fini dell’attestazione dell'avvenuta votazione, la data del referendum ed il bollo della sezione.
In caso di esaurimento dei diciotto spazi destinati all’attestazione dell’avvenuta votazione, deterioramento, smarrimento o furto della tessera, il cittadino deve richiedere un duplicato all’Ufficio Elettorale. Il rilascio del duplicato della tessera avviene immediatamente.
Si consiglia di verificare in tempo il possesso dei documenti necessari per l’espressione del voto.
Nella settimana antecedente le votazioni, al fine di agevolare il rilascio delle tessere elettorali non consegnate o dei duplicati, verranno effettuate apposite aperture straordinarie presso lo Sportello URP e Anagrafe di Piazza Farini, 1 con i seguenti orari:

  • Venerdì 18 settembre 8.30 - 18.00 (orario continuato);
  • Sabato 19 settembre ore 8.30 - 18.00 (orario continuato);
  • Domenica 20 settembre ore 7.00 - 23.00 (orario continuato per tutta la durata delle votazioni)
  • Lunedì 21 settembre ore 7.00 – 15.00 (orario continuato per tutta la durata delle votazioni).

 

VOTO DOMICILIARE PER ELETTORI AFFETTI DA INFERMITA’ CHE NE RENDANO IMPOSSIBILE L’ALLONTANAMENTO DALL’ABITAZIONE
Gli elettori affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali, e gli elettori affetti da gravissime infermità tali da impedirne l'allontanamento dall'abitazione con qualsiasi mezzo di trasporto, possono essere ammessi al voto domiciliare.
Entro lunedì 31 agosto 2020, l’interessato deve far pervenire all’Ufficio Elettorale del Comune di Russi una dichiarazione attestante la propria volontà di esprimere il voto presso l’abitazione in cui dimora.
La dichiarazione, in carta libera, deve riportare, oltre alla volontà di esprimere il voto a domicilio, l'indirizzo completo dell'abitazione in cui l'elettore dimora e, possibilmente, un recapito telefonico. Occorre, inoltre, allegare la certificazione sanitaria appositamente rilasciata dal funzionario medico dell'Asl. Tale certificazione medica dovrà attestare la sussistenza delle condizioni di infermità con prognosi di almeno 60 giorni decorrenti dalla data di rilascio del certificato, o le condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali. Il certificato, infine, potrà attestare l'eventuale necessità di un "accompagnatore " per l'esercizio del voto.

 

NORME INTESE A FAVORIRE LA VOTAZIONE DEGLI ELETTORI NON DEAMBULANTI (Legge 15/1/1991, n. 15)
Tutte le sezioni elettorali del Comune di Russi sono accessibili da parte degli elettori non deambulanti. Comunque, nell’eventualità che la sede della sezione elettorale nella quale sono iscritti gli elettori non deambulanti, sia momentaneamente inaccessibile mediante sedia a ruote, possono esercitare il diritto di voto in un’altra sezione del Comune situata in una sede esente da barriere architettoniche. L’elettore dovrà esibire una attestazione medica rilasciata dall’Autorità Sanitaria Locale (anche in precedenza per altri scopi) o copia autentica della patente speciale di guida in modo che, dalla documentazione esibita, risulti l’impossibilità o la capacità gravemente ridotta di deambulazione.
Per lo scopo, sono state individuate alcune sezioni elettorali esenti da barriere architettoniche o che, con strutture appositamente predisposte, saranno accessibili con sedia a ruote. (Allegato Elenco sezioni elettorali esenti da barriere architettoniche accessibili con sedia a ruote)

 

SERVIZIO DI TRASPORTO PUBBLICO PER ELETTORI CON DIFFICOLTA’ DI DEAMBULAZIONE
Sarà istituito un apposito servizio di trasporto pubblico per gli elettori con difficoltà di deambulazione.

 

CERTIFICATI MEDICI PER AMMISSIONE AL VOTO

I certificati medici per i cittadini che non sono in grado di esprimere il voto da soli in quanto fisicamente impediti, nonchè l'attestazione della condizione di elettore non deambulante, saranno rilasciati nelle sedi e negli orari indicati:

Ambulatorio Servizio Igiene Pubblica 

presso ex ospedale tel. 0544/286445/6446

nelle giornate di sabato 19 settembre e domenica 20 settembre dalle 9 alle 10

 

 

 
Percorso guidato ai servizi per: