Sito Ufficiale del Comune di Russi

Vai ai contenuti principali
 
Sito Ufficiale del Comune di Russi
 
Sei in: Home - Gli Uffici info... - Elezioni europee, entro il 25 febbraio l’opzione dei cittadini europei per il voto in Italia  
Gli Uffici informano

Elezioni europee, entro il 25 febbraio l’opzione dei cittadini europei per il voto in Italia

La prima scadenza per le prossime elezioni, che si terranno il 26 maggio, riguarda i cittadini europei residenti in Italia, che potranno presentare domanda di iscrizione nelle apposite liste elettorali

E’ iniziato ufficialmente il percorso verso le prossime elezioni europee del 26 maggio 2019. La prima scadenza riguarda i cittadini europei residenti in Italia  che potranno – entro il 25 febbraio  – presentare domanda di iscrizione nelle apposite liste  elettorali al fine di esprimere nel Comune italiano di residenza il proprio voto.

La domanda, il cui "Modulo" è disponibile sia in fondo a questa pagina, nella sezione "Allegati da scaricare", sia presso l'Ufficio Elettorale del Comune che sul sito internet del Ministero dell’interno all’indirizzo https://dait.interno.gov.it/elezioni/documentazione/europee-2019-modulo-optanti  dovrà essere presentata direttamente all’ufficio elettorale o spedita mediante raccomandata entro il 25 febbraio 2019 al seguente indirizzo:

Comune di Russi
Ufficio elettorale
Piazza Farini, 1
48026 Russi (RA) 

Nel primo caso, la sottoscrizione della domanda, in presenza del dipendente addetto, non sarà soggetta ad autenticazione; in caso di recapito a mezzo posta, invece, la domanda dovrà essere accompagnata dalla copia di un documento di identità del cittadino (art. 38, comma 3, D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445).

Nella domanda – oltre all’indicazione del cognome, nome, luogo e data di nascita – dovranno essere espressamente dichiarati:

  • la volontà di esercitare esclusivamente in Italia il diritto di voto;
  • la cittadinanza;
  • l’indirizzo nel comune di residenza e nello Stato di origine;
  • il possesso della capacità elettorale nello Stato di origine;
  • l’assenza di un provvedimento giudiziario a carico, che comporti per lo Stato di origine la perdita dell’elettorato attivo.

Gli Uffici comunali comunicheranno tempestivamente l’esito della domanda; in caso di accoglimento, gli interessati riceveranno la tessera elettorale con l’indicazione del seggio dove potranno recarsi a votare.

 
Allegati da scaricare
 
Percorso guidato ai servizi per: